Claudia Gerini

Claudia Gerini è una attrice italiana nata a Roma il 18 dicembre 1971.

La sua passione per la recitazione si mostra già durante l’infanzia, quando organizzava piccoli spettacoli con le amiche negli stabilimenti balneari di Ostia Lido.

A tredici anni, nel 1985, partecipa e vince Miss Teenager, un concorso di bellezza rivolto a ragazze di età inferiore a 21 anni. Successivamente si dedica anche alla danza studiando presso lo IALS (istituto di addestramento lavoratori dello spettacolo) mentre, a livello scolastico, inizia a frequentare il liceo classico. In quegli anni entra nel mondo del piccolo schermo attraverso alcuni spot televisivi per brand importanti come Perugina, Schweppes e Treets; ma è nel 1987 che si mette a confronto con la macchina da presa, interpretando la figlia di Laura Antonelli e Lino Banfi in “Roba da ricchi”.

Nel 1991 appare in televisione con programmi come “Primadonna” e “Non è la Rai” ma dopo solo tre mesi decide di abbandonare gli studi Mediaset per seguire dei corsi di sociologia e recitazione ed infine volare nella capitale francese, Parigi, dove lavora anche per alcune produzioni locali.

Tornata in Italia viene notata, mentre recita nello spettacolo “Angelo e Beatrice” di Francesco Apolloni, da Carlo Verdone, che desidera dirigerla in “Viaggio di nozze”. Un anno dopo, nel 1996, la coppia lavorerà insieme anche a “Sono pazzo di Iris Blond”.

Claudia continua a viaggiare e a recitare. Tra le numerose produzioni ricordiamo nel 1997 “Fuochi d’artificio”, diretta da Leonardo Pieraccioni, e nel 1999 “Tutti gli uomini del deficiente”, regia di Paolo Costella. In contemporanea prende parte ad alcuni programmi televisivi, arrivando a condurre, insieme a Pippo Baudo e Serena Autieri, la 53° edizione del Festival di Sanremo.

Nel 2004 si allontana dai film comici recitando sia per Mel Gibson ne “La Passione”, dove veste i panni della moglie di Ponzio Pilato, che per Sergio Castellitto in “Non ti muovere”, trasformandosi in Elsa e lavorando insieme a Penelope Cruz. Anche Giuseppe Tornatore riconosce le sue capacità di attrice drammatica e la scrittura nel thriller “La sconosciuta”, uscito nel 2006, mentre nel 2007 conosce il suo compagno di vita, Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino, che la dirige in “Nero Bifamiliare”.

Durante la sua carriera riappare Carlo Verdone, incontro che spezza il percorso drammatico della attrice, che ricopre nuovamente un ruolo comico nel film “Grande, grosso e… Verdone”. 

Parallelamente alla sua vita da attrice, intraprende anche una carriera canora, pubblicando il suo primo albumLike Never Before” nel 2009, che racchiude cover di colonne sonore che hanno segnato l’attrice. Durante l’arco di un anno canta “La prima volta” insieme a Claudio Baglioni, torna al cinema con il film “Ex”, di Fausto Brizzi, e con “Diverso da chi?” di Umberto Carteni, film che la porta a vincere un Ciak d’oro e ad essere nominata ai David di Donatello, come migliore attrice protagonista. 

Nel 2012 torna a lavorare con il compagno Federico Zampaglione nel film “Tulpa – Perdizioni mortali”, nel 2013 vince il Super Ciak d’oro con il film di Giorgio Farina “Amiche da Morire”. 

Il 2014 è l’anno in cui entra nelle sale cinematografiche con due film, “Tutta colpa di Freud” di Paolo Genovese e “Maldamore”, di Angelo Longoni; per entrambe le recitazioni viene nominata al Nastro d’argento come miglior attrice non protagonista. 

Vince il David di Donatello per la migliore attrice non protagonista nella commedia musicale “Ammore e malavita” dei Manetti Bros.

Claudia Gerini spazia anche nel mondo delle serie televisive, da “Camera Cafè”, nel 2003, a “48 ore” nel 2006, fino a “Labyrinth”, miniserie del 2012. Nel 2017 veste i panni di Sara Monaschi nella produzione Netflix “Suburra”, attualmente in corso, accanto a Alessandro Borghi e Giacomo Ferrara. 

Ha avuto anche una piccola carriera da doppiatrice nei film “Sinbad – La leggenda dei sette mari” (2003), “Heavy Rain” (2010) e “Toy Story 3 – La grande fuga” (2010).